Enrico Sebastiani Ortopedico

Dott. Enrico Sebastiani
Chirurgo Ortopedico

Foligno (PG)
Spoleto (PG)
Terni 
Porto San Giorgio (FM)

E' possibile ridurre il rischio di lesione del Legamento Crociato Anteriore?

SI!

Sappiamo che il sesso femminile ha un rischio 4-5 volte maggiore di lesione del Legamento Crociato Anteriore (LCA) rispetto al sesso maschile. Questo probabilmente a causa di differenze anatomiche (lassitá, conformazione ossea e legamentosa), differente controllo neuromotorio, diversa meccanica di salto e di ricaduta, differente tipologie di allenamento.
Alcuni fattori non sono modificabili, ma altri possono essere migliorati con allenamenti specifici e metodiche riabilitative. I protocolli di prevenzione si basano su un riscaldamento dinamico, esercizi pliometrici supervisionati, rinforzo degli Ischio-crurali, glutei e core stability, ed infine esercizi mirati e supervisionati sull’agilitá Con cambi di direzione e rotazioni.

Un gruppo di ricercatori americani, guidati dal dr. F. Noyes, hanno confrontato i risultati dei protocolli di prevenzione per le lesioni del LCA ed hanno presentato i loro risultati al congresso nazionale americano di ortopedia e traumatologia.
Dal 1995 ad oggi sono stati descritti 36 protocolliriabilitativi per ridurre il rischio di lesione del LCA. Secondo gli autori, di questi protocolli, solo tre hanno dimostrato di ridurre il rischio di lesioni del LCA negli sport non di contatto:

- Sportsmetrics
- Prevent injury and Enhance Performance Program
- Knee Injury Prevention Program


Di questi solo i primi due hanno prodotto risultati oggettivi e scientificamente provati.

Da anni ormai sappiamo che è teoricamente possibile ridurre il rischio di lesioni del Legamento Crociato Anteriore con opportuni protocolli di allenamento, oggi abbiamo qualche certezza in più.